L’Italia c’è

Partita senza storie quella vinta per 3 a 1 sui Belgi che non hanno mai avuto nemmeno il tempo di respirare se non alla fine quando gli azzurri mollano.

Si parte con un 4-3-3 caro al mister ma con qualche sorpresa. Buffon tra i pali, in difesa Cannavaro, Barzagli, Zambrotta a sinistra e Panucci a destra, a centrocampo al posto di Ambrosini c’è Aquilani che fa reparto con Pirlo e Gattuso, in attacco unica punta Toni assistito da Di Natale e Camoranesi larghi.

Proprio il calciatore dell’Udinese si rende protagonista nel primo tempo firmando una splendida doppietta, non c’è storia e l’Italia porta tranquillamente a termine la prima frazione di gioco. Nel secondo tempo c’è Del Piero per Di Natale, Grosso per Panucci e Chiellini per un dolorante cannavaro. Del piero si rende subito protagonista facendo vedere dei lampi di genio, con annesso assist per Camoranesi che infila nuovamente il portiere. Poi è il turno del barese Cassano che non si illumina e lascia il palcoscenico a un Del Piero sempre più protagonista.

Sembre lo juventino cerca il poker alla fine che sfuma per un niente. Da segnalare anche l’ingresso di Ambrosini per Aquilani prima del gol bandiera del Belgio.

Insomma, se arriviamo in queste condizioni all’Europeo, facendo i dovuti scongiuri e le dovute proporzioni (senza nulla togliere al Belgio, la Francia e l’Olanda sono molto più ostiche), ci giochiamo buone possibilità…

Ultima nota: compliemnti a Donadoni che sembra aver creato già un buon clima.

Fallo sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.