Cesare Prandelli, CT dell'Italia

Pre-convocazioni Italia per Brasile 2014

Solo domani ci sarà la lista ufficiale dei 30 calciatori convocati per il Mondiale in Brasile 2014. Da questa lista poi saranno da eliminare 7 nomi che rimarranno in Italia.

Giusto per fare un gioco, proviamo a fare una lista di 23 nomi (quindi la lista definitiva) che potrebbero essere convocati dall’Italia per l’imminente Mondiale.

Quelli certi sono: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, De Rossi, Marchisio, Montolivo, Pirlo e Balotelli.

Il resto è totalmente incertezza, comunque proviamo a metterli tabella, ipotizzando di portare 3 portieri, 7 difensori, 8 centrocampisti e 5 attaccanti. Mettiamo come primi della lista proprio quelli che sono certi e poi quelli ipotizzati:

Portieri: Buffon, Mirante, Sirigu

Difensori: Barzagli, Bonucci, Chiellini, Abate, Maggio, Criscito e Paletta.

Centrocampisti: De Rossi, Marchisio, Montolivo, Pirlo, Candreva, Thiago Motta, Verratti e Cerci.

Attaccanti: Balotelli, Immobile, Giuseppe Rossi, Destro e Cassano.

In porta abbiamo lasciato fuori Perin poiché è vero che ha fatto un ottimo anno ma è giovane, mentre Mirante oramai ha esperienza in Nazionale e Sirigu ha esperienza internazionale.

In difesa, accanto al blocco Juve, abbiamo messo tre terzini, così che si possa giocare sia con difesa a tre che a quattro. Paletta è stato scelto per la duttilità, poiché così come Criscito e Chiellini può giocare sia terzino che centrale, quindi massima flessibilità per Cesare Prandelli.

A centrocampo, oltre alle certezze Marchisio, De Rossi (che eventualmente può essere usato anche in difesa) e Pirlo, abbiamo messo Montolivo che sta già facendo pubblicità con la maglia della Nazionale, quindi anche per una questione di spot non potrà non esserci, e poi tutto sommato ha meritato il Mondiale oltre a conoscere oramai da anni il CT.

Gli altri quattro nomi sono Candreva, che ha fatto un anno strepitoso, Thiago Motta, utile quando ci sarà da spezzare gambe in partite impegnative, Verratti per l’esperienza internazionale e come vera alternativa a Pirlo e Cerci per l’ottima annata fatta e perché, insieme a Candreva, potrebbe essere una buona ala, quindi far giocare la squadra con 4 o 5 centrocampisti.

Abbiamo lasciato fuori Giaccherini che solo un anno fa fece benissimo alla Confederation Cup, ma la scelta di andare a giocare in Inghilterra l’ha allontanato dalla maglia azzurra.

In attacco la scelta è complessa poiché oltre a Balotelli, autore di una pessima annata e non meriterebbe la convocazione ma la avrà per il nome che porta, tutti gli altri giocatori sono sullo stesso livello. La scelta cade comunque su Immobile che si appresta a vincere il titolo di capocannoniere in Serie A, Giuseppe Rossi che, nonostante sia stato fuori per circa 5 mesi, comunque è a doppia cifra in campionato e sembra sia tornato affamato (e poi un Rossi infortunato che viene portato per il rotto della cuffia porta bene agli Azzurri), Destro che sembra stia bene con Prandelli e che comunque, squalifica a parte, è in buona forma e poi Cassano; abbiamo scelto lui poiché non ha mai giocato un mondiale e perché tra Europeo e Confederation ha fatto bene, quindi è una convocazione per gratitudine, oltre ad aver giocato un buon anno.

Lasciamo fuori Toni e Gilardino poiché parteciparono già 8 anni fa e l’età è avanzata, stesso motivo anche per Di Natale. Osvaldo non ha dimostrato nulla quest’anno mentre Berardi è troppo giovane. Fuori anche Giovinco poiché, al di là della buona forma attuale, quest’anno è stato troppo altalenante e ha giocato poco.

Ci avremo azzeccato? Per la lista dei 23 bisogna aspettare fino al 2 giugno, data ultima per presentare le liste alla Fifa, ma già domani avremo un assaggio.

Fallo sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.