Storia della Nazionale dell’Ecuador

Dall’esordio, avvenuto nel 2002 in Corea e Giappone, a oggi ha mancato solo la qualificazione per il SudAfrica nel 2010, presente invece in Germania nel 2006 e a Brasile 2014.

L’Ecuador nell’economia del football sudamericano è una forza emergente. Nel 2002, alla prima apparizione, finisce nel gruppo dell’Italia e proprio a questa fa un enorme favore battendo, a qualificazione oramai compromessa, la Croazia e permettendo agli Azzurri di andare avanti.

Peccato che negli ottavi abbiamo a che fare con un altro ecuadoregno e cioè l’arbitro Moreno che con una direzione pressoché scandalosa consegna la partita in mano alla Corea.

Nel 2006 l’Ecuador si ritrova nel gruppo della Germania e supera il turno ai danni della Polonia e della Costa Rica che rimangono nella prima fase. I sudamericani invece vanno avanti e agli ottavi pescano l’Inghilterra, la quale vince di misura in una partita combattuta.

Gli ultimi dieci anni sono stati caratterizzati dalla presenza di stelle, mai presenti nella storia dell’Ecuador. Molti di questi talenti hanno smesso di giocare negli ultimi due/quattro anni e la qualificazione dei sudamericani al Mondiale in Brasile dimostra che comunque una certa continuità la federazione è riuscita a imporla, al di là dei nomi del momento.

Tra i calciatori non più in attività ci sono: Iván Hurtado, recordman con 167 presenze (mai nessuno come lui) che ha chiuso con la Nazionale nel 2010, oppure Giovanny Espinoza, 90 presenze e ha chiuso nel 2012. Come dimenticare anche un altro recordman, questa volta sui gol, come Agustín Delgado che con 31 reti è il calciatore con più capacità finalizzative, che ha chiuso la carriera con la nazionale nel 2006.

EdizionePiazzamento
Uruguay 1930Non partecipante
Italia 1934Non partecipante
Francia 1938Non partecipante
Brasile 1950Ritirata
Svizzera 1954Non partecipante
Svezia 1958Non partecipante
Cile 1962Non qualificata
Inghilterra 1966Non qualificata
Messico 1970Non qualificata
Germania Ovest 1974Non qualificata
Argentina 1978Non qualificata
Spagna 1982Non qualificata
Messico 1986Non qualificata
Italia 1990Non qualificata
USA 1994Non qualificata
Francia 1998Non qualificata
Corea e Giappone 2002Primo turno
Germania 2006Ottavi di finale
Sud Africa 2010Non qualificata
Brasile 2014Primo turno
Russia 2018Non qualificata

Mondiale 2014 in Brasile

Gruppo E
15 giugno 2014 alle 18:00
Nacional Mané Garrincha di Brasilia
2 - 1
Gruppo E
21 giugno 2014 alle 00:00
Arena da Baixada di Curitiba
1 - 2
Gruppo E
25 giugno 2014 alle 22:00
Maracanã di Rio de Janeiro
0 - 0
Confederazione CONMEBOL
Sigla Fifa Ecu
Federazione Federación Ecuatoriana, de Fútbol
Soprannome La tricolor
Commissario tecnico Reinaldo Rueda
Record di presenze Iván Hurtado (167)
Capocannoniere Agustín Delgado (31)
Miglior vittoria Ecuador – Peru 6-0, Quito, Ecuador; 22 giugno 1975
Peggior sconfitta Argentina – Ecuador 12-0, Montevideo, Uruguay; 22 gennaio 1942
Divisa Maglia gialla, calzoncini blu e calzettoni rossi
Palmares
Partecipazioni Mondiali 3
Esordio al Mondiale 2002
Miglior risultato Mondiale Ottavi di finale nel 2006
Finali giocate al Mondiale
Presenze coppa continentale 25
Esordio coppa continentale 1939
Miglior risultato coppa cont. Quarto posto nel 1959 e 1993
Presenze Confederation cup
Esordio Confederation cup
Miglior risultato Confed. cup
Fallo sapere