Spagna - Olanda live

Spagna – Olanda 1-5

Si tratta del big match della seconda giornata di mondiale. Forse stiamo parlando del big match per eccellenza del primo turno (o quantomeno del Gruppo B).

Stiamo parlando della rivincita della finale mondiale del 2010, quando a imporsi, e a portare a casa la coppa, fu la Spagna con un tondo 1-0 portato a termine nei tempi supplementari grazie al gol di Andrés Iniesta.

Gruppo B
13 giugno 2014 alle 09:00
Itaipava Arena Fonte Nova di Salvador
1 - 5
Iker Casillas
Raul Albiol
Gerard Pique
Javi Martinez
Juanfran
Andres Iniesta
David Villa
Xavi Hernandez
Fernando Torres
Cesc Fabregas
Pedro
Sostituti
David De Gea
Juan Mata
Xabi Alonso
Sergio Ramos
Sergio Busquets
Koke
Jordi Alba
Diego Costa
Santi Cazorla
David Silva
Cesar Azpilicueta
Pepe Reina
Jasper Cillessen
Ron Vlaar
Stefan De Vrij
Bruno Martins Indi
Daley Blind
Nigel De Jong
Daryl Janmaat
Jonathan De Guzman
Robin Van Persie
Wesley Sneijder
Arjen Robben
Sostituti
Paul Verhaegh
Joel Veltman
Terence Kongolo
Dirk Kuyt
Jordy Clasie
Jeremain Lens
Leroy Fer
Klaas Jan Huntelaar
Georginio Wijnaldum
Memphis Depay
Michel Vorm
Tim Krul

Oggi si gioca la rivincita, si inizia alle 21 italiane.

Non era mai successo che la finale del mondiale precedente fosse rigiocata nella prima fase del mondiale successivo. Quindi si tratta di una partita unica.

Arbitrata dal nostro Nicola Rizzoli che con questa partita si candida alla finalissima di luglio, sempre se l’Italia uscirà prima della semifinale.

Le formazioni sono:

SPAGNA (4-3-3): Casillas; Azpilicueta, Sergio Ramos, Pique, Jordi Alba; Xabi Alonso, Xavi, Busquets; David Silva, Diego Costa, Iniesta. All. Del Bosque.

OLANDA (5-3-2): Cillessen; Janmaat, de Vrij, Vlaar, Martins Indi, Blind; de Guzman, de Jong, Sneijder; Van Persie , Robben. All. van Gaal

La partita verrà trasmessa in chiaro su Rai1 e su Sky.

Cronaca

Per i primi 25 minuti le due squadre si sono studiate, solo un lampo con un lancio in profondità e un tiro di Sneijder parato da Casillas.

Al 26 minuto un fallo su Diego Costa procura un rigore per gli spagnoli, trasformato da Xabi Alsonso. Si tratta della sveglia per le squadre.

Si iniziano a vedere azioni insistite con gli orange che alzano il baricentro. Superato da poco il 40 esimo Van Persie appende in pallonetto di testa Casillas, sfruttando un cross dalla trequarti.

Finisce il primo tempo sul risultato di 1-1.

Nel secondo tempo la Spagna mentalmente non scende in campo, mentre l’Olanda è rigenerata. Ai Paesi Bassi riesce tutto alla perfezione, dopo 7 minuti Robben insacca il 2-1.

Arriva anche il 3-1 su un gol irregolare per una carica al portiere, purtroppo valuta male il nostro Rizzoli. Lo sigla Vrij.

La Spagna si è aperta, anzi, non esiste più, succede così che anche l’esperto portiere iberico commette un grossolana papera, stappando a seguire un retro passaggio mentre arrivava Van Persie, 4-1…

Il quinto, realizzato da Robben mette fine alla gara e candida l’Olanda alla vittoria finale mente per la Spagna si prospetta un duro campionato.

Una lezione dura, forse fin troppo, per i campioni del Mondo in carica i quali, con l’arrembante Cile nel girone dovranno stare attenti.

Fallo sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.