Kylian Mbappe

Highlights Francia – Argentina 4-3

Nel momento in cui si è chiusa la fase delle partite ai gruppi, è apparso chiaro a tutti come nel tabellone degli ottavi di finale il vero big match era uno: Francia – Argentina.

Ottavi
30 giugno 2018 alle 16:00
Kazan Arena di Kazan
4 - 3
Hugo Lloris1
Benjamin Pavard2
Raphael Varane4
Samuel Umtiti5
Paul Pogba6
Antoine Griezmann7
Olivier Giroud9
Kylian Mbappe10
Ngolo Kante13
Blaise Matuidi14
Lucas Hernandez21
Sostituti
Presnel Kimpembe3
Thomas Lemar8
Ousmane Dembele11
Corentin Tolisso12
Steven Nzonzi15
Steve Mandanda16
Adil Rami17
Nabil Fekir18
Djibril Sidibe19
Florian Thauvin20
Benjamin Mendy22
Alphonse Areola23
12Franco Armani
2Gabriel Mercado
3Nicolas Tagliafico
7Ever Banega
10Lionel Messi
11Angel Di Maria
14Javier Mascherano
15Enzo Perez
16Marcos Rojo
17Nicolas Otamendi
22Cristian Pavon
Sostituti
1Nahuel Guzman
4Cristian Ansaldi
5Lucas Biglia
6Federico Fazio
8Marcos Acuna
9Gonzalo Higuain
13Maximiliano Meza
18Eduardo Salvio
19Sergio Aguero
20Giovani Lo Celso
21Paulo Dybala
23Wilfredo Caballero

Nonostante le difficoltà degli Albiceleste durante questa prima fase, comunque quando c’è in campo gente come Messi, Di Maria, Higuain e Aguero non si può star tranquilli.

Didier Deschamps lo sa bene e carica a dovere i transalpini, che in quanto a qualità in campo certamente non sono inferiori ai sudamericani, gente come Pogba, Griezmann, Mbappè e Varane dimostra come i francesi sono sì giovani, ma già con una grande esperienza internazionale.

Il primo tempo finisce 1-1, con gol su rigore di Griezmann, lo stesso che durante i primi 45 minuti colpisce la traversa, e un tiro spettacolare dalla distanza di Di Maria che fa un gol mondiale al minuto 41. I primi 45 minuti vedono comunque la squadra d’oltralpe comandare in campo e mettere alle corde la Selection.

Nel secondo tempo succede di tutto: in campo entra più pimpante l’Argentina, che infatti va subito in vantaggio con Mercado. La Francia sembra stordita e infatti subisce gli attacchi dei sud americani, al minuto 57 però ci pensa Pavard a riequilibrare le cose con un bel gol.

A questo punto viene fuori il fenomeno Mbappè, ancora nemmeno 20enne, che mette in sacco due gol, spostando definitivamente l’equilibrio del match.

L’Argentina ci prova a pareggiare nuovamente ma il tempo stringe e il gol finale, quello del 3-4, arriva troppo tardi con Aguero. Finisce così, con la Francia ai quarti e l’Argentina di Messi che torna a casa. Un epilogo già scritto, infatti nessuna squadra durante la storia della Coppa del Mondo è mai riuscita in fase di autogestione a fare bene.

Fallo sapere