Neymar contro il Messico

Brasile vs Messico

Torna in campo la squadra di casa, lo fa contro il Messico per l’inizio della seconda giornata dei gironi.

Oggi, alle 21, a Fortaleza i carioca giocheranno per la testa della classifica, così come faranno i verdi messicani: entrambe le formazioni partono da 3 punti e chi vince passa automaticamente il turno. Da questo incontro, insomma, uscirà il primo partecipante agli ottavi di finale di questa edizione della Coppa del Mondo.

Gruppo A
17 giugno 2014 alle 20:00
Castelão di Fortaleza
0 - 0
Jefferson
Dani Alves
Thiago Silva
David Luiz
Fernandinho
Marcelo
Hulk
Paulinho
Fred
Neymar
Oscar
Sostituti
Julio Cesar
Dante
Maxwell
Henrique
Ramires
Luiz Gustavo
Hernanes
Willian
Bernard
Jo
Victor
Maicon
Jose Corona
Francisco Rodriguez
Carlos Salcido
Rafael Marquez
Diego Reyes
Hector Herrera
Miguel Layun
Marco Fabian
Raul Jimenez
Giovani Dos Santos
Alan Pulido
Sostituti
Alfredo Talavera
Guillermo Ochoa
Javier Hernandez
Hector Moreno
Miguel Ponce
Isaac Brizuela
Andres Guardado
Oribe Peralta
Javier Aquino
Carlos Pena
Paul Aguilar
Jose Vazquez

Ciò che tutti si chiedono è se questo Brasile sia in grado di battere il Messico che nel primo incontro si è dimostrato squadra tosta. Soprattutto, visto quanto successo con Nishimura, ciò che tutti si chiedono e se stasera arriveranno nuovi favori arbitrali. L’arbitro stasera è Cuneyt Cakir, assistito da Duran e Ongun, terna turca.

Le formazioni sono:

Brasile (4-2-3-1): Julio Cesar; Dani Alves, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo; Paulinho, Luiz Gustavo; Ramires, Oscar, Neymar; Fred.

Messico (5-3-2): Ochoa; Aguilar, Rafael Marquez, Rodriguez, Moreno, Layun; H.Herrera, Vasquez, Guardado; Peralta, Giovani Dos Santos.

Cronaca

La partita si rivela molto noiosa. La Selecao non incide, si combatte a centrocampo e la gara è povera di azioni.

In tutto il primo tempo si segnalano solo un paio di azioni, da distribuire equamente tra sud e centro americani.

Il Brasile ha il demerito di non affondare mai, il Messico ha il merito di rimanere compatto e non dare spazi ai verde oro.

A metà secondo tempo il Brasile si sveglia un po’, Neymar arriva un po’ più spesso davanti al portiere Ochoa ma non riesce a insaccare.

Portiere che si fa notare anche quando Thiago Silva colpisce a colpo sicuro a pochissimi metri da Ochoa. Il portiere fa un altro miracolo e salva il risultato.

Finisce così una partita non bellissima, povera di azioni e di bel gioco.

Ambizioni del Brasile

Il Brasile, da ciò che si è visto nelle prime due partite, non pare una squadra in grado di vincere un mondiale. A meno di un cambio di passo netto, il Brasile sembra lento, con poca fantasia, attacca solo sulle fasce e punta alla velocità di Neymar.

Questo gioco può mettere in difficoltà selezioni poco organizzate, ma già con team con esperienza, come possono essere Messico e Croazia, serve altro per vincere.

Non dimentichiamo che proprio la partita con i croati è stata vinta dopo un favore arbitrale non indifferente, senza il quale forse oggi i carioca non sarebbero al primo posto. Probabilmente avrebbero rischiato di non superare il turno a questo punto del torneo.

Se vogliamo trovare il pelo nell’uovo, anche oggi, al minuto 79, un falla ciò di Thiago Silva è stato da cartellino arancione, l’arbitro ha dato solo il giallo…

Il Messico

Già i pronostici sottolineavano come il Messico si dovesse guadagnare il secondo posto ai danni della Croazia, la quale veniva considerata un gradino sopra ai centro americani.

Con il risultato di oggi si avvicina un po’ di più a quella qualificazione agli ottavi sperata.

La prima partita l’ha vinta di misura, nella seconda ha avuto il grande merito di rimanere compatta, non disunirsi e portare a casa un punto d’oro.

Oggi deve anche fare una statua a Ochoa perché in almeno 3 occasioni ha fatto l’autentico miracolo.

Comunque, questo è ciò che il Messico doveva fare: prendere punti là dove la diretta avversaria, cioè la Croazia, non c’è l’ha fatta, riuscire a recuperare punti contro il Brasile. I messicani ci sono riusciti e oggi sono un po’ più vicini alla qualificazione.

Nell’ultima partita Croazia e Messico si confronteranno, alla squadra del centro America, sempre che domani i giocatori a scacchi vincano, basterà non perdere, a quel punto i verdi ce l’avranno fatta, saranno agli ottavi.

Fallo sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.