Neymar

Matchday 4, in campo Brasile e Germania

Arriva il turno di Germania e Brasile, le protagoniste dell’ultimo mondiale, la prima perché lo ha vinto, la seconda lo ha ospitato, sono loro che devono esordire a Russia 2018 e cercare di vincere per non ritrovarsi in difficoltà già dalla prossima gara.

Germania – Messico

Gruppo F
17 giugno 2018 alle 17:00
Stadio Lužniki di Mosca
0 - 1
Manuel Neuer1
Marvin Plattenhardt2
Mats Hummels5
Sami Khedira6
Julian Draxler7
Toni Kroos8
Timo Werner9
Mesut Oezil10
Thomas Mueller13
Jerome Boateng17
Joshua Kimmich18
Sostituti
Matthias Ginter4
Marco Reus11
Kevin Trapp12
Leon Goretzka14
Niklas Suele15
Antonio Ruediger16
Sebastian Rudy19
Julian Brandt20
Ilkay Guendogan21
Marc-andre Ter Stegen22
Mario Gomez23
Jonas Hector3
13Guillermo Ochoa
2Hugo Ayala
3Carlos Salcedo
7Miguel Layun
11Carlos Vela
14Javier Hernandez
15Hector Moreno
16Hector Herrera
18Andres Guardado
22Hirving Lozano
23Jesus Gallardo
Sostituti
1Jose Corona
4Rafael Marquez
5Erick Gutierrez
6Jonathan Dos Santos
8Marco Fabian
9Raul Jimenez
10Giovani Dos Santos
12Alfredo Talavera
17Jesus Corona
19Oribe Peralta
20Javier Aquino
21Edson Alvarez

Come già detto, la Germania è il campione in carica, dovrà difendere il titolo cercando di vincerlo di nuovo. Le qualità ci sono e considerando che da Spagna 82, quindi da 36 anni a questa parte, almeno ai quarti ci arriva (normalmente arriva anche oltre) c’è da starne certi che anche in questa occasione non ciccherà.

Di fronte però si trova un’altra squadra che sta cercando di impostare un tracciato storico ed è il Messico che da USA ’94 arriva sempre agli ottavi di finale.

Sarà una partita dura e combattuta che apre il Gruppo F, il quale verrà chiuso domani da Svezia e Corea del Sud.

Formazioni Germania – Messico

Joachim Löw, CT tedesco, ha pochi dubbi per la formazione, adotta il modulo che va di moda, il 4-2-3-1, e si presenta in campo con: Neuer; Kimmich, Boateng, Hummels, Hector; Khedira, Kroos; Muller, Ozil, Draxler; Werner

Juan Carlos Osorio, CT del Messico, parte con un 4-3-3 molto duttile che in caso di bisogno potrebbe anche diventare un 4-5-1, la formazione è la seguente: Ochoa; Salcedo, Ayala, Moreno, Layun; Dos Santos, Guardado, Herrera; Vela, Hernandez, Lozano

Dove vedere Germania – Messico

La partita sarà trasmessa in chiaro da Mediaset su Italia 1 a partire dalle 17.

Brasile – Svizzera

Gruppo E
17 giugno 2018 alle 20:00
Rostov Arena di Rostov sul Don
1 - 1
Alisson1
Thiago Silva2
Miranda3
Casemiro5
Gabriel Jesus9
Neymar10
Philippe Coutinho11
Marcelo12
Danilo14
Paulinho15
Willian19
Sostituti
Pedro Geromel4
Filipe Luis6
Douglas Costa7
Renato Augusto8
Marquinhos13
Cassio16
Fernandinho17
Roberto Firmino20
Taison21
Fagner22
Ederson23
Fred18
1Yann Sommer
2Stephan Lichtsteiner
5Manuel Akanji
9Haris Seferovic
10Granit Xhaka
11Valon Behrami
13Ricardo Rodriguez
14Steven Zuber
15Blerim Dzemaili
22Fabian Schaer
23Xherdan Shaqiri
Sostituti
3Francois Moubandje
4Nico Elvedi
6Michael Lang
7Breel Embolo
8Remo Freuler
12Yvon Mvogo
16Gelson Fernandes
17Denis Zakaria
18Mario Gavranovic
19Josip Drmic
20Johan Djourou
21Roman Buerki

Se consideriamo che la Svizzera negli anni ha sempre di più guadagnato spazio tra le squadre importanti, allora questa è una mezza partita di cartello.

Probabilmente agli elvetici manca qualche trofeo per essere realmente considerati top team.

Il Brasile, dal canto suo, dopo la bruttissima figura rimediata quattro anni fa, davanti al proprio pubblico, in quella sciagurata semifinale persa contro i tedeschi per 7-1, dovrà lavare l’onta e cercare di rifarsi subito.

Essendo i Carioca molto umorali, sarà importante partire bene poiché, in caso di sconfitta in questa partita, il morale del team potrebbe subire un brutto colpo e insieme a esso la posizione in classifica in questo Gruppo E.

Formazioni Brasile – Svizzera

Tite, CT del Brasile, affida le chiavi della squadra a Neymar, è lui che dovrà trascinare questa squadra alla vittoria; il modulo è un 4-3-3 che potrebbe trasformarsi in 4-2-3-1: Alisson; Danilo, Miranda, Thiago Silva, Marcelo; Paulinho, Casemiro, Fernandinho; Coutinho, Gabriel Jesus, Neymar.

Pochi dubbi di formazione per Petkovic che manda in campo la Svizzera con un 4-2-3-1: Sommer; Lichtsteiner, Schar, Akanji, Rodriguez; Xhaka, Zakaria; Shaqiri, Dzemaili, Zuber; Seferovic.

Dove vedere Brasile Svizzera

La partita avrà inizio alle 20 e sarà trasmessa in diretta su Canale 5. Sarà possibile anche, come tutte le gare del Mondiale, seguirle in streaming sul sito o sull’App di Mediaset.

Costa Rica – Serbia

Gruppo E
17 giugno 2018 alle 14:00
Futbol'nyj stadion di Samara
0 - 1
Keylor Navas1
Johnny Acosta2
Giancarlo Gonzalez3
Celso Borges5
Oscar Duarte6
Bryan Ruiz10
Johan Venegas11
Francisco Calvo15
Cristian Gamboa16
David Guzman20
Marcos Urena21
Sostituti
Ian Smith4
Christian Bolanos7
Bryan Oviedo8
Daniel Colindres9
Joel Campbell12
Rodney Wallace13
Randall Azofeifa14
Yeltsin Tejeda17
Patrick Pemberton18
Kendall Waston19
Kenner Gutierrez22
Leonel Moreira23
1Vladimir Stojkovic
3Dusko Tosic
4Luka Milivojevic
6Branislav Ivanovic
9Aleksandar Mitrovic
10Dusan Tadic
11Aleksandar Kolarov
15Nikola Milenkovic
20Sergej Milinkovic-savic
21Nemanja Matic
22Adem Ljajic
Sostituti
2Antonio Rukavina
5Uros Spajic
7Andrija Zivkovic
8Aleksandar Prijovic
12Predrag Rajkovic
13Milos Veljkovic
14Milan Rodic
16Marko Grujic
17Filip Kostic
18Nemanja Radonjic
19Luka Jovic
23Marko Dmitrovic

La nazionale del Centro America è stata la vera sorpresa quattro anni fa, quando in un girone di ferro, contro Italia, Inghilterra e Uruguay, benché tutti la considerassero la vittima sacrificale, la Costa Rica arrivò prima escludendo gli azzurri e gli inglesi dalla Coppa del Mondo.

Tanta attenzione anche sulla Serbia, che si presenta a questo mondiale con buone speranze e alcuni ottimi calciatori. Per esempio? Aleksandar Kolarov che milita nella Roma, Adem Ljajić (Torino), Nemanja Matić (Man. Utd), Milinković-Savić (Lazio).

Formazioni di Costa Rica – Serbia

Oscar Ramirez, CT del Costa Rica, adotta quello che probabilmente è lo schema più difensivo di tutto il Mondiale, un 5-4-1 che lascia poco spazio alla fantasia: Keylor Navas; Gamboa, Acosta, Gonzalez, Duarte, Oviedo; Ruiz, Borges, Guzman, Campbell; Urena.

Molto più moderato Mladen Krstajić, CT della Serbia, che per la sua nazionale adotta un 4-2-3-1: Stojkovic; Rukavina, Ivanovic, Tosic, Kolarov; Matic, Milivojevic; Tadic, Milinkovic-Savic, Ljajic; Mitrovic.

Dove vedere Serbia – Costa Rica

La partita aprirà la giornata Mondiale e sarà trasmessa a partire dalle 14 su Italia 1.

Fallo sapere