Tifosi della Germania

Storia della nazionale tedesca

Affiliata alla Fifa nel 1904, divisa politicamente in due, Est e Ovest, dal 1949, si è riunificata (dopo la caduta del muro di Berlino) il 31 agosto del 1990, giusto un mese dopo l’ultimo Mondiale vinto (Italia 90).

Il ruolino della Germania nel dopoguerra, con due squadre, non ha rivali: dal 1954 al 2010 è salita dieci volte sul podio (3 primi posti, 4 secondi e tre terzi), mai eliminata al primo turno. Solo due forfait, il primo nel 1930 e il secondo nel 1950, imposto dai vertici dello sport mondiale a causa della responsabilità del nazionalsocialismo nella seconda guerra mondiale.

La Germania vanta importanti primati anche sul piano dei singoli: Lothar Matthäus è l’uomo che ha disputato il maggior numero di partite (25, dall’82 al 98), Gerhard Müller, con 14 gol complessivi, prima del sorpasso di Ronaldo nel 2006 (che ne ha 15) era il capocannoniere assoluto, il tecnico Josef “Sepp” Herberger ha guidato la Nazionale per 24 anni, dal 38 al 62, Helmut Schön ha collezionato 25 panchine, nessuno ha fatto meglio.

EdizionePiazzamento
Uruguay 1930Non partecipante
Italia 1934Terzo posto
Francia 1938Ottavi di finale
Brasile 1950Esclusa
Svizzera 1954Campione
Svezia 1958Quarto posto
Cile 1962Quarti di finale
Inghilterra 1966Secondo posto
Messico 1970Terzo posto
Germania Ovest 1974Campione
Argentina 1978Secondo turno
Spagna 1982Secondo posto
Messico 1986Secondo posto
Italia 1990Campione
USA 1994Quarti di finale
Francia 1998Quarti di finale
Corea e Giappone 2002Secondo posto
Germania 2006Terzo posto
Sud Africa 2010Terzo posto
Brasile 2014Campione
Russia 2018Primo turno

Germania durante il Mondiale 2014 in Brasile

Gruppo G
TeamPuntiVinteNullePerseGFGS
Germania721072
USA411144
Portogallo411147
Ghana101246

In Brasile la nazionale tedesca arriva carica di speranze. Viene sorteggiata in un girone abbastanza problematico, con Portogallo, Ghana e USA. Riesce a superare il turno da prima in classifica pareggiando una sola partita contro il Ghana alla seconda giornata.

Agli ottavi incontra l’Algeria, fatica molto e riesce a eliminare la squadra africana solo ai tempi supplementari, vincendo per 2-1.

Nei quarti tocca alla prima squadra un po’ più carrozzata, tocca ai francesi che provano a bloccare il panzer tedesco perdendo di misura. La Germania ne rifila solo 1 e va avanti.

Si tratta di una squadra quadrata, completa, senza fronzoli che fino a quel momento aveva vinto con poco scarto qualsiasi partita e che mai aveva realmente brillato, nonostante il suo lavoro l’avesse fatto sempre bene.

In semifinale però c’è da incontrare i padroni di casa del Brasile, che sono umorali e lanciati benissimo in quella che tanti considerano una Coppa già vinta per i verdeoro. La Germania, d’altronde, eccetto un quadrato 4-0 al Portogallo alla prima giornata aveva fatto realmente poco sin lì.

Ecco, in questo preciso momento, l’8 luglio 2014 alle 22 ore italiane si scrive una pagina di storia calcistica di quelle che difficilmente verranno cancellate. Di fronte ci sono Brasile e Germania e stanno scendendo in campo per un posto in finale di Coppa del Mondo, la Germania capisce subito che bisogna sudare la maglia e fare più del proprio lavoro: ci riesce benissimo: dopo 30 minuti i tedesci sono in vantaggio di 5 gol sui padroni di casa. Alla fine è 1-7, la Germania espugna il Brasile.

Rimane da affrontare l’ultimo ostacolo in finale, l’altra sud americana pronta a mettere le mani sulla coppa. Si ripropone la finale del 1986 e del 1990: Germania – Argentina.

I 90 minuti della finale finiscono con uno scialbo 0-0, si va ai supplementari dove Gotze al 112′ regala la Coppa del Mondo alla Germania per la quarta volta nella sua storia.

Gruppo G
16 giugno 2014 alle 18:00
Itaipava Arena Fonte Nova di Salvador
4 - 0
Gruppo G
21 giugno 2014 alle 21:00
Castelão di Fortaleza
2 - 2
Gruppo G
26 giugno 2014 alle 18:00
Itaipava Arena Pernambuco di Recife
0 - 1
Ottavi
30 giugno 2014 alle 22:00
Beira-Rio di Porto Alegre
2 - 1
d.t.s
Quarti
04 luglio 2014 alle 18:00
Maracanã di Rio de Janeiro
0 - 1
Semifinale
08 luglio 2014 alle 22:00
Mineirão di Belo Horizonte
1 - 7
Finale
11 luglio 2014 alle 22:00
Maracanã di Rio de Janeiro
1 - 0
d.t.s

Germania durante il Mondiale 2018 in Russia

In Russia la Germania ci arriva da campione in carica, quindi è la squadra da battere. Nonostante abbia vinto solo un anno prima la Confederation Cup, giocata sempre in Russia, non gode dei favori del pronostico, nonostante tutti sono convinti che arriverà certamente ai quarti e probabilmente anche più in là. Alla fine dei conti ci riesce da 20 anni senza interruzioni, perché non dovrebbe riuscirci anche questa volta?

Si trova nel girone con Messico, Corea del Sud e Svezia, che nel suo cammino verso Russia 2018 ha già fatto due vittime eccellenti: Olanda e Italia.

Gruppo F
TeamPuntiVinteNullePerseGFGS
Svezia620152
Messico620134
Corea del Sud310233
Germania310224
Gruppo F
17 giugno 2018 alle 17:00
Stadio Lužniki di Mosca
0 - 1
Gruppo F
23 giugno 2018 alle 20:00
Stadio Olimpico Fišt di Soci
2 - 1
Gruppo F
27 giugno 2018 alle 16:00
Kazan Arena di Kazan
2 - 0
Confederazione UEFA
Sigla Fifa Ger
Federazione DFB – Deutscher Fußball-Bund
Soprannome Die Nationalelf
Commissario tecnico Joachim Löw
Record di presenze Lothar Matthäus (150)
Capocannoniere Miroslav Klose (68)
Miglior vittoria Germania – Russia 16-0, Stoccolma, Svezia; 1º luglio 1912
Peggior sconfitta Inghilterra – Germania 9-0, Oxford, Inghilterra; 16 marzo 1909
Divisa Maglia bianca, Calzoncini neri, Calzettoni Bianchi o neri,
Palmares 4 Mondiali, 3 Europei, 1 Confederation Cup
Partecipazioni Mondiali 19
Esordio al Mondiale 1934
Miglior risultato Mondiale Campioni nel 1954 (Ovest), 1974 (Ovest), 1990, 2014
Finali giocate al Mondiale 8
Presenze coppa continentale 12
Esordio coppa continentale 1972
Miglior risultato coppa cont. Campioni nel 1972 (Ovest), 1980 (Ovest),1996
Presenze Confederation cup 3
Esordio Confederation cup 1999
Miglior risultato Confed. cup Campioni nel 2017
Fallo sapere