Tifose della Corea del Sud

Storia della nazionale sudcoreana

Logo Corea del Sud
Il logo della federazione calcio della Sud Corea

Una potenza del calcio asiatico, la Corea del Sud è presente alla scadenza quadriennale del Mondiale oramai da Messico 1986 e nel 2002, nell’edizione che ha organizzato e ospitato, ha raggiunto un insperato quarto posto e sulla propria strada ha anche avuto ragione dell’Italia di Trapattoni, grazie al gol al golden gol di Ahn, che in quell’anno aveva militato nelle file del Perugia.

Il primo passaporto per il Mondiale la Corea lo aveva comunque ottenuto nel lontano 1954, dopo un anno della fine della guerra fratricida con la Corea del Nord.

In quell’occasione gli asiatici arrivarono in Svizzera, superando in un doppio confronto il Giappone, dopo aver fatto parecchie tappe di avvicinamento in Italia con avversarie di club.

Fu un approccio terrificante: il calendario mise di fronte l’esordiente Corea all’immensa Ungheria di Puskas e compagni: la partita terminò 9-0 a favore degli europei.

EdizionePiazzamento
Brasile 1950Non iscritta
Svizzera 1954Primo turno
Svezia 1958Non qualificata
Cile 1962Non iscritta
Inghilterra 1966Non iscritta
Messico 1970Non qualificata
Germania Ovest 1974Non qualificata
Argentina 1978Non qualificata
Spagna 1982Non qualificata
Messico 1986Primo turno
Italia 1990Primo turno
USA 1994Primo turno
Francia 1998Primo turno
Corea e Giappone 2002Quarto posto
Germania 2006Primo turno
Sud Africa 2010Ottavi di finale
Brasile 2014Primo turno
Russia 2018Primo turno

Corea del Sud durante il Mondiale 2014

Gruppo H
TeamPuntiVinteNullePerseGFGS
Belgio930041
Algeria411165
Russia202123
Corea del Sud101236

Al mondiale brasiliano i Sud Coreani finiscono nel Girone H, insieme a Belgio, Algeria e Russia; eccezion fatta per il Belgio, nettamente superiore alle avversarie, le altre tre sono sulla carta alla pari. Eppure Russia e Corea del Sud sbagliano clamorosamente il Mondiale, regalando il passaggio del turno all’Algeria che poco aveva dimostrato di meritare quel passaggio.

Guarda il percorso completo della Corea del Sud a Russia 2018.

Gruppo H
18 giugno 2014 alle 00:00
Arena Pantanal di Cuiabá
1 - 1
Gruppo H
22 giugno 2014 alle 21:00
Beira-Rio di Porto Alegre
2 - 4
Gruppo H
26 giugno 2014 alle 22:00
Arena Corinthians di San Paolo
0 - 1

Corea del Sud al Mondiale 2018

La Corea del Sud si qualifica anche per il Mondiale del 2018 in Russia, dimostrando di essere una vera potenza sul continente asiatico.

Viene sorteggiata nel girone F insieme a Germania, campione in carica, Messico, che all’ultimo Mondiale è stato estromesso ingiustamente dall’Olanda, e Svezia che arriva al Mondiale dopo aver eliminato Olanda e Italia durante le qualificazioni.

Insomma, la Coppa del Mondo 2018 per la Corea del Sud non inizia certamente bene.

Gruppo F
TeamPuntiVinteNullePerseGFGS
Svezia620152
Messico620134
Corea del Sud310233
Germania310224
Gruppo F
18 giugno 2018 alle 14:00
Stadio Nižnij Novgorod di Nižnij Novgorod
1 - 0
Gruppo F
23 giugno 2018 alle 17:00
Rostov Arena di Rostov sul Don
1 - 2
Gruppo F
27 giugno 2018 alle 16:00
Kazan Arena di Kazan
2 - 0
Confederazione AFC
Sigla Fifa Kor
Federazione KFA – Korea Football Association
Soprannome Tigri Asiatiche, Guerrieri Taeguk
Commissario tecnico Shin Tae-yong
Record di presenze Hong Myung-Bo (135)
Capocannoniere Cha Bum-Kun (55)
Miglior vittoria Corea del Sud – Nepal 16-0, Incheon, Corea del Sud; 29 settembre 2003
Peggior sconfitta Svezia – Corea del Sud 12-0, Londra, Regno Unito; 5 agosto 1948
Divisa Maglia rossa, calzoncini blu, calzettoni rossi
Palmares 2 Coppa d’Asia
Partecipazioni Mondiali 10
Esordio al Mondiale 1954
Miglior risultato Mondiale Quarto posto nel 2002
Finali giocate al Mondiale
Presenze coppa continentale 13
Esordio coppa continentale 1956
Miglior risultato coppa cont. Vincitori, 1956 e 1960
Presenze Confederation cup 1
Esordio Confederation cup 2001
Miglior risultato Confed. cup Primo turno
Fallo sapere