Tifosi americani

Storia della nazionale americana

Deludente nel campionato casalingo del 1994 e in quello di quattro anni dopo in Francia, in entrambi i casi eliminata al primo turno, gli Stati Uniti d’America hanno compiuto un notevole salto di qualità nel Mondiale del 2002 in Corea e Giappone, quando ha dato filo da torcere a chiunque, tanto da raggiungere, con un gioco più che apprezzabile, i quarti di finale, dove si è dovuta arrendere per 1 a 0 contro la Germania.

Nella cavalcata del 2002, oltre ad arrendersi, come già detto, di misura contro i tedeschi (futuri finalisti della manifestazione), e senza demeritare, gli americani hanno eliminato squadre ben più blasonate come il Portogallo, la Polonia e il Messico. In terra asiatica gli Stati Uniti misero in mostra alcuni gioielli che sarebbero diventati poi delle stelle mondiali. Su tutti spicca certamente Landon Donovan il quale vinse il premio Fifa come miglior giovane del torneo.

Pur praticando da inizio 900 il soccer (in America il football è tutt’altro) per un lunghissimo periodo è stato ai bordi del calcio che conta. Le partecipazioni alla fase finale di un Mondiale erano state registrate nei primi Mondiali (1930, 1934 e 1950), poi ben 44 anni di silenzio interrotti dalla Fifa che a sorpresa decise di organizzare la Coppa del Mondo del 1994 proprio in terra americana.

Da allora gli USA son sempre cresciuti, fino a essere oggi una realtà importante nella geografia del calcio mondiale. Dal 1994 non hanno mancato nemmeno una Coppa del Mondo e oltre alla già citata partecipazione del 2002, c’è da registrare quella del 2006, dove si trovava nel girone dell’Italia, arrivando però ultima con un solo punto, strappato proprio agli Azzurri che poi si sarebbero innalzati a campioni del mondo.

Nel 2010 finiscono nel gruppo C, insieme all’Inghilterra, Slovenia e Algeria. Il gruppo si conclude con gli americani alla guida, con paripunti degli inglesi (5), stessa differenza reti, ma più gol realizzati. Negli ottavi però becca la rivelazione del torneo, cioè il Ghana, e perde per 2 a 1.

EdizionePiazzamento
Uruguay 1930Terzo posto
Italia 1934Primo turno
Francia 1938Ritirata
Brasile 1950Primo turno
Svizzera 1954Non qualificata
Svezia 1958Non qualificata
Cile 1962Non qualificata
Inghilterra 1966Non qualificata
Messico 1970Non qualificata
Germania Ovest 1974Non qualificata
Argentina 1978Non qualificata
Spagna 1982Non qualificata
Messico 1986Non qualificata
Italia 1990Primo turno
USA 1994Ottavi di finale
Francia 1998Primo turno
Corea e Giappone 2002Quarti di finale
Germania 2006Primo turno
Sud Africa 2010Ottavi di finale
Brasile 2014Ottavi di finale
Russia 2018Non qualificata

USA nel Mondiale 2014 in Brasile

Landon Donovan, che da miglior giovane del 2002 è diventato il capocannoniere della storia americana, per il Mondiale del 2014 è un 32enne quasi agli sgoccioli della carriera; negli ultimi 12 anni è stato lui a farsi carico della squadra e portarla ai traguardi già descritti. Il mondiale in Brasile è la sua ultima possibilità per riuscire a migliorare quanto già fatto.

Gli Stati Uniti si confermano ancora una forza nel calcio Mondiale e superano il Girone G come secondi qualificati, eliminando il Portogallo arrivato a paripunti (5) ma con una peggior differenza reti.

Gruppo F
TeamPuntiVinteNullePerseGFGS
Argentina930063
Nigeria411133
Bosnia ed Herzegovina310244
Iran101214

Agli ottavi incontrano il Belgio e vengono eliminati ma solo dopo aver combattuto e comunque ai tempi supplementari.

Gruppo G
17 giugno 2014 alle 00:00
Arena das Dunas di Natal
1 - 2
Gruppo G
23 giugno 2014 alle 00:00
Arena da Amazônia di Manaus
2 - 2
Gruppo G
26 giugno 2014 alle 18:00
Itaipava Arena Pernambuco di Recife
0 - 1
Ottavi
01 luglio 2014 alle 22:00
Itaipava Arena Fonte Nova di Salvador
2 - 1
d.t.s

USA nel Mondiale 2018 in Russia

Terminata la carriera di Donovan gli USA hanno un contraccolpo e infatti non riescono a qualificarsi per il Mondiale 2018 in Russia.

Per il posto conquistato nello scacchiere mondiale del calcio si tratta di una grave assenza, almeno quanto quella dell’Italia, anch’essa assente da questo Mondiale.

Proprio grazie all’eliminazione di USA e Italia la Fifa si convince ad allargare il numero di partecipanti a un Mondiale e per l’edizione 2026 le squadre passeranno da 32 a 46. Si tratta di un bell’ampliamento per dare spazio al calcio nascente (Islanda, Panama, Costa Rica, ecc) e comunque non sacrificare pezzi di storia.

Confederazione CONCACAF
Sigla Fifa Usa
Federazione USSF – United States Soccer Federation
Soprannome The Stars & Stripes
Commissario tecnico Jürgen Klinsmann
Record di presenze Cobi Jones (164)
Capocannoniere Landon Donovan (57)
Miglior vittoria USA – Barbados 8-0, Carson, CA, USA; 15 giugno 2008
Peggior sconfitta Norvegia – USA 11-0, Oslo, Norvegia; 11 agosto 1948
Divisa Maglia bianca con strisce verticali rosse, Calzoncini e calzettoni bianchi
Palmares 6 Gold Cup
Partecipazioni Mondiali 10
Esordio al Mondiale 1930
Miglior risultato Mondiale Terzo posto nel 1930
Finali giocate al Mondiale
Presenze coppa continentale 20
Esordio coppa continentale 1991
Miglior risultato coppa cont. Vincitori 1991, 2002, 2005, 2007, 2013, 2017
Presenze Confederation cup 4
Esordio Confederation cup 1992
Miglior risultato Confed. cup Secondo posto nel 2009
Fallo sapere