Francia, Croazia e soprattutto Argentina

Francia, Croazia e soprattutto Argentina

Oggi in campo scenderanno due interi gruppi: il girone della Francia e quello di Argentina e Croazia.

Alle 16 in campo Danimarca e Francia, con l’Australia che osserverà molto da vicino. Ma sarà alle 20 l’appuntamento più importante, con l’Argentina che, per superare il turno, dovrà battere la Nigeria e con la Croazia che, già qualificata, dovrà affrontare l’Islanda.

Francia – Danimarca

Gruppo C
26 giugno 2018 alle 16:00
Stadio Lužniki di Mosca
0 - 0

I francesi fino a ora hanno fatto un percorso esemplare con 2 vittorie, anche se un po’ sofferte.

I danesi un po’ a sorpresa si sono portati al secondo posto del girone.

Un pareggio oggi andrebbe bene a entrambe: la Francia passerebbe il turno come prima e la Danimarca avrebbe accesso agli ottavi.

In caso di sconfitta da parte della Danimarca, quest’ultima dovrà osservare cosa succede sull’altro campo, quello dell’Australia che, in caso di vittoria a sua volta, si porterebbe agli stessi punti della Danimarca.

Probabili formazioni Francia – Danimarca

Danimarca (4-2-3-1): Schmeichel; Larsen, Kjaer, Christensen, Dalsgaard; Delaney, Schöne; Fischer, Eriksen, Sisto; N. Jorgensen. CT. Hareide

Francia (4-2-3-1): Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, L. Hernandez; Kantè, Pogba; Mbappé, Griezmann, Matuidi; Giroud. CT. Deschamps

Australia – Perù

Gruppo C
26 giugno 2018 alle 16:00
Stadio Olimpico Fišt di Soci
0 - 2

Il Perù è già eliminato dalla competizione ma non vorrà arrivare ultimo, quindi darà battaglia all’Australia.

Di contro la nazionale oceanica deve vincere per avere l’opportunità di insidiare la Danimarca in seconda posizione.

Formazioni Australia – Perù

Australia (4-3-3): Ryan; Risdon, Sainsbury, Milligan, Behich; Jedinak, Rogic, Mooy; Leckie, Juric, Kruse. CT: van Marwijk

Perù (4-2-3-1): Gallese; Advíncula, Ramos, Rodriguez, Trauco; Aquino, Yotun; Carrillo, Cueva, Flores; Guerrero. CT: Gareca

Argentina – Nigeria

Gruppo D
26 giugno 2018 alle 20:00
Zenit Arena di San Pietroburgo
1 - 2

L’Argentina è alle prese con problemi ben più gravi di una singola partita con la Nigeria, ma proprio la squadra africana potrebbe diventare il crocevia per una guarigione.

Sono noti infatti i problemi tra la squadra e Sampaoli, la nazionale sarà oggi in autogestione e bisognerà vedere che ruolo avrà l’ormai ex allenatore.

La Nigeria intravede la possibilità di superare il turno e approdare agli ottavi del mondiale e per farlo ha a distinzione ben due risultati su tre.

Formazione Argentina – Nigeria

Nigeria (4-3-3): Uzoho; Shehu, Trost Ekong, Balogun, Idowu; Ndidi, Obi Mikel, Etebo; Moses, Musa, Iwobi. CT: Yusuf

Argentina (4-2-3-1): Armani; Salvio, Mercado, Otamendi, Tagliafico; Mascherano, Perez; Pavon, Messi, Acuña; Aguero. CT: Sampaoli

Islanda – Croazia

Gruppo D
26 giugno 2018 alle 20:00
Rostov Arena di Rostov sul Don
1 - 2

L’ultima gara ma non per questo la meno importante, infatti la Croazia ha l’opportunità di arrivare prima nel gruppo (fondamentale per evitare la Francia e finire dalla parte del tabellone che sembra la più semplice) e l’Islanda, in caso di vittoria contemporanea dell’Argentina, può competere per il secondo posto, con la discriminante della differenza reti.

Formazioni Islanda – Croazia

Islanda (4-4-2): Halldorsson; Saevarsson, Arnason, Ragnar Sigurdsson, Magnusson; Gislason, Gunnarsson, Gylfi Sigurdsson, Bjarnason; Bodvarsson, Finnbogason. CT: Hallgrimsson

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Modric; Rebic, Kramaric, Perisic; Mandzukic. CT: Dalic.

Fallo sapere