Cristiano Ronaldo a inizio carriera

Uruguay – Portogallo

Uruguay e Portogallo in qualche modo si somigliano, entrambe hanno un filo conduttore che le fa essere molto simili: entrambe sono la terza forza di una determinata zona (il Portogallo guarda verso Francia e Spagna, l’Uruguay verso Argentina e Brasile), entrambe hanno avuto delle ottime generazioni alternate da pessime annate; entrambe hanno vinto poco (in realtà l’Uruguay decisamente di più) e vivono ora un momento di grazia.

Ottavi
30 giugno 2018 alle 20:00
Stadio Olimpico Fišt di Soci
2 - 1
Fernando Muslera1
Jose Gimenez2
Diego Godin3
Rodrigo Bentancur6
Nahitan Nandez8
Luis Suarez9
Lucas Torreira14
Matias Vecino15
Diego Laxalt17
Edinson Cavani21
Martin Caceres22
Sostituti
Guillermo Varela4
Carlos Sanchez5
Cristian Rodriguez7
Giorgian De Arrascaeta10
Cristhian Stuani11
Martin Campana12
Gaston Silva13
Maximiliano Pereira16
Maximiliano Gomez18
Sebastian Coates19
Jonathan Urretaviscaya20
Martin Silva23
1Rui Patricio
3Pepe
5Raphael Guerreiro
6Jose Fonte
7Cristiano Ronaldo
10Joao Mario
11Bernardo Silva
14William
15Ricardo
17Goncalo Guedes
23Adrien Silva
Sostituti
2Bruno Alves
4Manuel Fernandes
8Joao Moutinho
9Andre Silva
12Anthony Lopes
13Ruben Dias
16Bruno Fernandes
18Gelson Martins
19Mario Rui
20Ricardo Quaresma
21Cedric
22Beto

Queste due nazionali, nonostante si somiglino tanto, hanno avuto delle storie parallele, infatti gli incontri sono stati pochissimi, solo 2 e mai in un Mondiale. Sfida inedita quindi per una Coppa del Mondo. Le precedenti hanno visto il Portogallo in vantaggio, con una vittoria e un pareggio. L’ultima volta queste squadre si sono incontrate nel 1972 quando al Maracanã di Rio de Janeiro finì 1-1.

Portogallo

Il Portogallo ha in Cristiano Ronaldo il suo fare che trascina la squadra; il campione portoghese negli anni è cresciuto e ha saputo smussare quelle rigidità tipiche che aveva fino a poco tempo fa. Oggi è un campione a tutto tondo: è veloce, è decisivo, ha intelligenza tattica e di tanto in tanto rientra pure per coprire. Un attaccante perfetto che potremmo affiancare a Platini, Maradona e Pelè.

Gruppo B
TeamPuntiVinteNullePerseGFGS
Spagna512065
Portogallo512054
Iran411122
Marocco101224

La nazionale lusitana per arrivare agli ottavi di finale ha dovuto eliminare, nel gruppo B in collaborazione con la Spagna, la concorrenza di Iran (che ha dato molto filo da torcere) e Marocco (decisamente più abbordabile).

Un cammino abbastanza tranquillo che ha avuto il suo momento di apice proprio nel derby iberico, quando CR7 ha realizzato la tripletta e la partita è finita con uno spettacolare 3-3.

Uruguay

Anche l’Uruguay non ha avuto particolari problemi nel superare lo scoglio del girone, inserita nel gruppo A insieme ai padroni di casa della Russia, all’Arabia Saudita e all’Egitto, la qualificazione non è mai stata in dubbio.

Gruppo A
TeamPuntiVinteNullePerseGFGS
Uruguay930050
Russia620184
Arabia Saudita310227
Egitto000326

Nazionale uruguagia che oggi conta sull’attacco per poter superare il turno, infatti le stelle più brillanti sono decisamente quelle di Edinson Cavani e Luis Suarez. Due attaccanti che si completano a vicenda e riescono a mettere in difficoltà i difensori avversari (a volte anche con tecniche discutibili).

Formazioni di Portogallo – Uruguay

Oscar Tabarez, commissario tecnico dell’Uruguay, conferma il 3-5-2 che tante soddisfazioni ha dato nel gruppo A. In campo ci vanno: Muslera; M.Caceres, Gimenez, Godin; Nandez, Vecino, Torreira, Bentancur, Laxalt; L.Suarez, Cavani. Ct: Óscar Tabárez.

Come si può notare c’è tanta Serie A in queste scelte: il bianconero Bentancur, l’interista Vecino, oppure Laxalt e ancora Muslera e Caceres.

Fernando Santos, commissario tecnico del Portogallo, contro l’Iran, nell’ultima partita giocata, ha dato spazio e fiducia ad André Silva, che però non ha convinto il mister. Rispetto alla partita con l’Iran questa dovrebbe essere l’unica novità, fuori Silva e dentro Guedes. Questo l’11 in campo, con il 4-4-2 confermato: Rui Patricio; Cédric Soares, Pepe, José Fonte, R.Guerreiro; João Mário, William Carvalho, Adrien Silva, Quaresma; Guedes, Cristiano Ronaldo

Arbitro

L’arbitro di Uruguay – Portogallo sarà il signor César Arturo Ramos, messicano che ha già arbitrato la finale del Mondiale per Club del 2017. Lo stesso Ramos è stato anche arbitro a Rio nel 2016 in occasione delle olimpiadi.

Si trova al primo Mondiale in carriera e di esperienza ne ha pochina, ma è anche vero che in quei pochi casi di arbitraggio internazionale si è sempre distinto e certamente la finale del Mondiale per Club (tra Real Madrid e Gremio) ne è la dimostrazione.

Orari, TV e Stadio

La partita inizierà alle 20 (ore italiane) e, a meno che non siate allo Stadio Olimpico di Soci, sarà trasmessa da Mediaset su Canale 5.

Fallo sapere