Tabellone completo con i quarti di finale

Quarti di finale di Russia 2018

Quarti di finale di Russia 2018

Finiti gli ottavi di finale, non avari di sorprese, come per esempio la Spagna eliminata dai padroni di casa della Russia, ci buttiamo nello sviluppo dei quarti di finale. 4 partite che ci porteranno ad avere le 4 squadre che giocheranno le semifinali.

Il lato del tabellone più complesso rimane sempre quello di sinistra, con Francia, Brasile, Uruguay e Belgio che lottano per un posto in finale; mentre le 4 dall’altro lato del tabellone sono: Russia, Svezia, Croazia e Inghilterra.

Quarti
06 luglio 2018 alle 16:00
Stadio Nižnij Novgorod di Nižnij Novgorod
0 - 2
Quarti
06 luglio 2018 alle 20:00
Kazan Arena di Kazan
1 - 2
Quarti
07 luglio 2018 alle 16:00
Futbol'nyj stadion di Samare
0 - 2
Quarti
07 luglio 2018 alle 20:00
Stadio Olimpico Fišt di Soci
5 - 6
d.c.r

Francia vs Uruguay

Il primo quarto di finale da giocare è probabilmente il più bello sulla carta: si tratta di Francia – Uruguay, con la nazionale Celeste che vede assente per infortunio il proprio miglior calciatore: Edinson Cavani.

Anche i francesi hanno sulla carta una defezione, Blaise Matuidi, ma soppesate le due probabilmente la squadra che ci perde di più è quella sud americana.

I sud americani partono veloce ma i francesi erigono un muro davanti alla difesa che non viene bucato. Anzi, è proprio la nazionale d’oltralpe a salire lentamente in cattedra sino alla vittoria per 2-0 che proietta i galletti in semifinale e l’Uruguay a casa.

Brasile vs Belgio

Il Brasile si presenta in campo con Neymar, Coutinho, Thiago Silva e tante altre stelle pronte a brillare; molto più modesta nei nomi la formazione del Belgio.

Eppure succede che il Brasile gioca tanto di individualità (che novità) e il Belgio fa un gioco di squadra. Grazie anche a un pizzico di fortuna sono proprio gli europei ad andare in doppio vantaggio.

Serve a poco il via vai che fa Marcelo sulla sinistra, alla fine il Brasile perde 2-1 e torna a casa, eliminato dal Belgio che vola in semifinale contro la Francia.

Inghilterra vs Svezia

L’Inghilterra non partecipa a una finale di un Mondiale dal 1966, anno in cui ospitò e vinse una Coppa del Mondo, per quanto riguarda una semifinale, invece, dobbiamo andare all’edizione del 1990 in Italia; la Svezia non partecipa a una semifinale dal 1958, anno in cui ospitò ed arrivò seconda a un Mondiale.

Comunque vada questo quarto per la nazionale che lo supera è già storia. Ci pensa l’Inghilterra a scrivere il proprio nome sugli almanacchi, con un 2-0 tondo a firma di Dele Alli e Harry Maguire che firmano i due gol, ma soprattutto con le mani di Jordan Pickford, migliore in campo che con ben 3 miracoli permette alla nazionale dei Tre Leoni di accedere alla semifinale.

Russia vs Croazia

I padroni di casa della Russia fino a questo punto hanno disputato un Mondiale stratosferico, spinti dal loro pubblico. Quando c’è da affrontare la Croazia la Russia lo fa a viso aperto, andando anche in vantaggio.

La Croazia però ha gamba e uomini di talento, riesce quindi subito a pareggiare. Nei 90 minuti finisce 1-1 e si va ai supplementari, dove a passare in vantaggio è la nazionale dei balcani, subito riagguantata dall’ex nazionale sovietica. Ai rigori la precisione passa dai piedi dei croati, mentre i russi sbagliano 2 rigori la nazionale a scacchi ne sbaglia solo 1. Viene eliminata la Russia e in semifinale ci va la Croazia.

I risultati degli ottavi che hanno portato ai quarti di finale

Nella prima gara degli ottavi di finale, la Francia ha giocato meglio dell’Argentina ed è riuscita a vincere per 4-3, una partita combattuta dove però i transalpini hanno fatto meglio tecnicamente.

Alla fine ha vinto la squadra più giovane e con meno suddivisione nello spogliatoio, ha vinto la squadra di Deschamps e perso quella di Sampaoli.

Si compone il tabellone dei quarti, con la Francia che è la prima squadra qualificata e che gioca contro la vincente tra Uruguay e Portogallo e quindi contro l’Uruguay che grazie allo strapotere di Cavani riesce a superare il turno. Peccato che lo stesso Cavani si sia fatto male e rischia di non partecipare al quarto di finale contro i francesi, una bella perdita per la Celeste.

La sfida tra Spagna e Russia, finisce a sorpresa ai rigori con un esito difficilmente prevedibile: le fuerie rosse tornano a casa e la Russia si qualifica ai quarti di finale dove incontrerà la vincente tra Croazia e Danimarca.

Croazia e Danimarca si danno battaglia sul campo fino all’ultimo minuto e benché il match sia soporifero, con i danesi chiusi a fare catenaccio, non manca qualche piccola emozione. Si mettono in mostra i portieri delle due nazionali, che parano 3 rigori a testa, Schmeichel però uno di questi lo para durante la partita mentre Subasic li para tutti alla lotteria dei calci di rigore. Passa la Croazia ma la Danimarca, per quanto abbia espresso un gioco prevedibile e bloccato, comunque non avrebbe demeritato.

Il Messico da del filo da torcere al Brasile, ma quest’ultimo fa valere le proprie qualità e giocando peggio della nazionale del Centro America comunque riesce a superare il turno.

Quando oramai tutti pensano ai supplementari il Belgio dà la zampata vincente. Al minuto 93 i giapponesi vedono cadere ogni possibilità, e pensare che erano andati in doppio vantaggio, poi recuperato e superato da Courtis e compagni.

Svizzera e Svezia mettono in campo la sfida meno bella degli ottavi e guardando le squadre in campo non poteva che essere così: due nazionali compatte, che fanno della tattica e dell’organizzazione la loro chiave. Appare ovvio che la partita rimanga bloccata a lungo e che solo un caso quasi fortuito la sblocchi. Finisce 1-0 per gli scandinavi con gli elvetici eliminati.

L’ultima gara degli ottavi è Inghilterra – Colombia con gli inglesi in vantaggio fino al minuto 92, quando da calcio d’angolo arriva il gol di Mina. Si va ai supplementari e servono i rigori perché i britannici riescano a imporsi sui sud americani.

Fallo sapere